Loading...

93- CORSO DI PRIMO SOCCORSO AZIENDALE

Precedente
  • Sicurezza sul Lavoro

Il Decreto Ministeriale n. 388 del 15 luglio 2003, recando disposizioni in materia di pronto soccorso aziendale in conformità a quanto previsto dall’art. 45 del D. Lgs. 81/08, introduce una particolare classificazione aziendale per quanto attiene le modalità di organizzazione del Primo Soccorso ed individua i contenuti dei corsi di formazione degli Addetti al Primo Soccorso.

Le aziende ovvero le unità produttive sono classificate, tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio, in tre gruppi:

Gruppo A
I) Aziende o unità produttive con attività industriali, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende
estrattive ed altre attività, lavori in sotterraneo, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
II) Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con
indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro;
III) Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Gruppo B
Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

Gruppo C
Aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

I programmi e la durata di tali corsi sono attualmente definiti dal decreto ministeriale 15 luglio 2003, n. 388

A chi è rivolto il corso?
Il corso di primo soccorso, è indirizzato ai lavoratori incaricati di svolgere la funzione di addetto al primo soccorso che dovranno essere formati su cosa è necessario fare e non fare, in caso di bisogno.

Questa formazione è obbligatoria ai sensi del D.lgs 81/08, e mira a dotare gli addetti al primo soccorso, di principi generali sulla prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro, ed essere in grado, all’occorrenza, di attuare interventi di primo soccorso.

Appurata l’importanza di questa figura, la normativa prevede, per l’addetto, un aggiornamento periodico, che deve essere effettuato attraverso uno specifico corso di aggiornamento per addetto al primo soccorso.

Quale obbligo ha il datore di lavoro?
Il datore di lavoro, anche con un solo lavoratore (con qualsiasi contratto e non ) ha l’obbligo di pianificare la formazione dei propri lavoratori e, nello specifico, di nominare uno o più lavoratori addetti al primo soccorso che intervengano in casi di necessità.

Il numero di addetti al primo soccorso, varia in base a vari parametri: numero di i lavoratori presenti all’interno dell’impresa, numero di sedi/postazioni lavorative, turni lavorativi, tipo di lavorazioni svolte.
In ogni caso il datore di lavoro è obbligato a garantire la presenza costante, su qualsiasi turno, di addetti al primo soccorso.

Sanzioni in caso di inadempimento
Per mancato adempimento ai suoi obblighi normativi, il datore di lavoro può andare incontro a delle salate sanzioni:

Per la mancata nomina degli addetti al primo soccorso (D.Lgs.81/08 art. 43 comma 1): arresto da 2 a 4 mesi o una multa che va da € 750,00 a € 4000,00 (D.Lgs. 81/08 art.55 comma 5 lettera a).Per la mancata formazione degli addetti al primo soccorso (D. Lgs. 81/08 art. 37 comma 10): arresto da 2 a 4 mesi o una multa che va da € 1200,00 a € 5200,00 (D.Lgs. 81/08 art. 55 comma 5 lettera c).

Docenti
I docenti sono composti da personale Medico ed Infermieristico esperti nel campo dell’emergenza e della formazione

NON CORRERE INUTILI RISCHI PER LA TUA ATTIVITA’.... LA SALUTE DEI LAVORATORI E’ UN BENE TROPPO PREZIOSO

RICHIEDI SUBITO INFORMAZIONI PER ORGANIZZARE IL CORSO DIRETTAMENTE NELLA TUA AZIENDA!

Richiedi informazioni